VITA SENZA MILZA - Agostino.
------------------------------------------------------------------------------


----- Original Message -----
Da : "Agostino.I."
A : <Paolo LANDI>
Oggetto : senza la milza
Data : Thu, 19 Nov 2009 22:47:00 +0100

Ciao sono Agostino, ho 49 anni portati benissimo non ricordo di avere avuto mai un problema di salute , neanche
una banale influenza, mi permetto di darti del tu perché credo che tra noi smilzi non è il caso di formalizzarci, ora ti racconto come ho perso la milza: Un pomeriggio dello scorso Luglio dormivo per un riposino pomeridiano quando mi sono svegliato a terra giù dall'amaca ( h > =30cm circa ) , sul momento non ho avuto nulla di più che una botta alla pancia, dopo 10 minuti non sentivo alcun disturbo tanto che mi sono messo ad armeggiare in giardino, poi sono uscito in moto e dulcis in fundo la sera sino all'una di notte sono stato ad una festa di compleanno, non sentivo nulla , la mattina seguente intorno alle sei mi sono svegliato con un mal di stomaco fortissimo e l'istinto di andare in bagno ove ho espulso sangue, immediatamente sono stato visitato dal mio vicino medico il quale ha diagnosticato la rottura della milza, sono stato portato al pronto soccorso, li l'ecografia e tac hanno dato conferma della rottura della mia milza, quindi sono stato operato, l'esame istologico della mia milza dice che essa presenta numerosi punti di versamento, mi hanno spiegato che la mia milza ha subito in primo tempo una piccola frattura interna poi il sangue fuoriuscito ha fatto si che il sacchetto che la contiene in un secondo tempo ha ceduto causando una emorragia che in poco tempo stava per stendermi definitivamente, per fortuna mi ha steso solo temporaneamente. Sono solo pochi mesi che vivo senza quest'organo che alcuni dicono poco importante, altri dicono sia importante, io che non sono medico, ma un semplice perito tecnico dico che se il Padreterno ha messo la milza nel nostro addome una funzione la tiene.
Trascorso un primo periodo di convalescenza, ora sto bene, già a Ferragosto andavo in moto ( mi aiuta a non pensare ), ho ripreso a fumare, avevo smesso a causa dell'intervento, ma ho voluto riprendere a vivere come prima, ancora la ferita ogni tanto si fa sentire, ma è ancora presto, passerà. Quando sono occupato con il mio lavoro o con i miei Hobby non penso alla milza che non c'è più, ho accettato di contenermi con l'uso della forchetta (Prima la usavo molto), ho accettato il fatto che non posso più fare una corsa o una scalinata senza poi sentirmi particolarmente affaticato. In certi momenti penso come sarà in futuro, io ho 49 anni il mio organismo saprà adattarsi? starò bene così come adesso? Avrò dei problemi in futuro? cosa mi aspetta? Sul tuo sito leggo che hai perso la milza nel 2002 a 37 anni e a quanto dici non hai particolari problemi, ciò mi fa piacere per te ed è di conforto per me. Ho scritto questa lunga lettera perché così ho comunicato con una persona che ha qualcosa in comune con me, mi farebbe piacere comunicare anche con altri Smilzi pertanto ti prego dai il mio indirizzo E mail ad altre persone che vogliono scrivermi, ho voglia di colloquiare e scambiare esperienze e sensazioni con altre persone che hanno il nostro stesso problema. Cordiali Saluti

Agostino I.
 
------------------------------------------------------------------------
Da : Paolo LANDI
Caro collega "smilzo",
ricordo sempre che non sono un dottore sicché quel che dico prendilo un pò con le molle.
Hai avuto come me un raro (secondo quel che mi disse il mio chirurgo) caso di rottura della milza in due tempi.
Io ti consiglierei di non fumare, perché noi smilzi non siamo più così efficienti nella purificazione del sangue. I lavori che faceva la milza li fanno adesso il midollo spinale (deposito ferro) e soprattutto il fegato (deposito ferro, generazione anticorpi, distruzione ... ecc. ecc.).
Però che dire, se a te piace fumare, non riesci a farne a meno e non senti fisicamente controindicazioni perché smettere.
Io penso cmq che guadagneresti in salute smettendo di fumare di più che prima dell'evento.
Per il resto si vive bene uguale. Il primo anno da smilzo per me è stato un pò di assestamento. Avevo cali di ferro. A tal proposito verifica la sideremia. Il secondo anno il mio fisico si stava completamente adattando, ma mi sentivo un pò stanco, poi mi sono abituato ed il ferro è andato a posto. Segui i consigli che ho messo sul sito. Il primo anno specialmente ti conviene mangiare alimenti ricchi di ferro.
Alle altre tue domande non saprei risponderti. Leggi le mie esperienze e soprattutto quelli di Antonio e degli altri "smilzi". Stiamo tutti bene.


Comunico il tuo caso ai colleghi "smilzi" e sul sito.
Stai in gamba.
Ciao
Paolo

------------------------------------------------------------------------
Da : "Agostino.I." - Data : Sat, 21 Nov 2009 13:53:56

Grazie Paolo
sono a new york a suonare, se trovo materiale interessante sugli smilzi lo porto!
A presto

------------------------------------------------------------------------
Da : Paolo LANDI

prego Agostino,
buon divertimento,
Ciao
Paolo
------------------------------------------------------------------------

Oggetto: R: Forum "smilzi" - Aldo V. ci racconta la sua esperienza
Da: Agostino
Data: 19/11/2010 00:28

Ciao a Paolo e a tutti gli smilzi d'Italia.
Ho letto l'esperienza di Aldo. Io non vanto grande esperienza del vivere senza milza; la mia è andata via il 23/07/2009. Io vivo regolarmente, faccio una vita molto regolare, quasi monotona, ogni giorno in ufficio, poi a casa; nei fine settimana per hobby faccio anche lavori manuali in giardino e la cosa non mi stanca particolarmente, semplicemente noto che ogni giorno poco prima delle 13 quindi prima di pranzo ho degli attimi di stanchezza acuta e a volte ho anche qualche colpo di sonno improvviso, pensavo che ciò potesse dipendere da abbassamento della glicemia, ma da esami fatti con la macchinetta proprio in quei momenti la glicemia è risultata regolare come sempre, i valori di pressione sanguigna sono sempre regolari, siccome prima del luglio 2009 non avevo di questi problemi suppongo siano dovuti allo stato di smilzo. Il leggere dalle esperienze raccontate sul tuo sito dai colleghi smilzi mi induce a confermare questa mia tesi. Voi che ne pensate? Anche a voi capita di essere stanchissimi sino ad addormentarvi?
Un caloroso abbraccio -

Agostino
------------------------------------------------------------------------

Da: "Paolo Landi"
Data: 19/11/2010 06:42

Carissimo,
ricordo che nei primissimi anni post-splenectomia mi sentivo stanco tutto d'un colpo, poi non più.
Appena torno a casa la prossima settimana estendo la tua domanda agli altri.
Ciao
Paolo
------------------------------------------------------------------------

Da: "Paolo Landi
Data: 19/11/2010 11:00

Poiché leggo che hai una macchina per verificare la glicemia, domando:
Avevi o hai altre patologie ? Se si, per favore astieniti dal creare variabili di valutazione inutili e non proficue.

Tornando, invece, ai miei primi 2 anni senza milza ricordo che mi addormentavo sul vaporetto a Venezia. Facevo il giro completo di Venezia prima di svegliarmi. Ma all'epoca conducevo una vita molto sregolata. Bevevo. Facevo tardi. Credo fosse dovuto anche a questo. La stanchezza è una caratteristica di noi "smilzi" confermata anche dalle testimonianze di molti iscritti al blog.

 

Personalmente non mi addormento più 'non volendo' da anni ormai. Però mi addormento ancora sul divano, ma chi non si addormenta o gli viene sonnolenza sul divano?

Ti auguro di passare questa tua fase prima possibile.

Grazie, ti abbraccio
Paolo

------------------------------------------------------------------------


  Web Design by Paolo LANDI
 In questa pagina sei il visitatore n° 8503
  Tutela della Privacy / Cookies
Copyright © 2019 paolo-landi.it